Tempo di lettura stimato: Meno di un minuto
Difficoltà:


Mentre SpaceX continua a perfezionare i suoi lanci (che si parli di campagne pubblicitarie o razzi), la NASA continua a fare ricerca scientifica senza tregua. Vi ricordate del rover Curiosity? Quel simpatico aggeggio tecnologico, grande come un SUV e dal peso di circa una tonnellata che da cinque anni raccoglie ed analizza campioni sulla superficie del Pianeta Rosso?

Perché il protagonista dell’ultimo annuncio dell’agenzia spaziale americana è proprio lui, il nostro simpatico esploratore spaziale che ha scovato sulla superficie di Marte qualcosa che ha fatto impazzire tutti i giornali, facendo gridare la stampa alla scoperta di vita aliena.

Che cosa ha alzato il polverone?

Pubblicato da Raffaele Farinaro

Se il blog esiste è solo colpa sua. Mezzo campano e mezzo abruzzese ha la fissa per gli ologrammi, la divulgazione scientifica e Iron Man. E la pizza.